Corpi di 800 bimbi trovati in una fossa comune vicino alla ex casa gestita da suore

tuamDublino, 3 Giu. – È stato definito «l’ultimo terribile segreto dell’Irlanda cattolica». Una fossa comune che potrebbe contenere fino a 800 corpi di bimbi è stata localizzata vicino alla ex casa gestita da un gruppo di suore a Tuam, Irlanda nord occidentale, in cui venivano ospitati tra il 1925 e il 1961 le madri non sposate e i loro figli considerati illegittimi.

Secondo il britannico Daily Mail, molti dei piccoli sarebbero morti per malattia e malnutrizione nel più totale abbandono, e i loro corpi vennero gettati all’interno di un serbatoio di cemento. Nel sito si potrebbe ora iniziare a scavare dopo la denuncia di un familiare di uno dei bimbi che sarebbero stati seppelliti nella fossa comune.

Le autorità di Dublino potrebbero inoltre aprire un’ inchiesta sulla vicenda mentre la chiesa cattolica discute la costruzione di un monumento per ricordare i bimbi sepolti. Come è emerso da un’ ispezione condotta nel centro durante gli anni Quaranta, circa 300 morti vennero registrate fra il 1943 e il 1946.

Fonte: Il Secolo XIX