Terremoto al Calcio Padova, finanza negli uffici della società biancoscudata

padova calcioPadova, 05 Giu. – La Finanza sta perquisendo gli uffici della società Calcio Padova in via Rocco, allo stadio Euganeo. Sotto controllo anche il gruppo Ormis a Cellatica in provincia di Brescia e sembra anche nell’abitazione del presidente del Padova Diego Penocchio. Acqusite le documentazioni anche di Iniziative Euganee la società costruita ad hovc da Penocchio lo scorso luglio per acquistare prima il 48% e poi il 52% del club dalla Unicomm di Cestaro.
Le perquisizioni sono scattate a Padova, a Brescia e a Parma. Finanzieri nelle sedi del Calcio Padova, della Iniziative Euganee (che ha lo stesso indirizzo della Ormis di Penocchio, società estranea al blitz) ma anche nella Sts, società di Collecchio (Parma) che gestisce la manutenzione dei campi di calcio del Parma di cui Andrea Valentini (attuale ad del Padova) è stato presidente fino a qualche mese fa ed è azionista al 10%. Cooperative collegate alla Sts effettuerebbero la manutenzione anche del campo di Bresseo e altri servizi del Calcio Padova.
Fiamme Gialle anche nella sede della Carpine spa di Carpenedolo (Brescia), società di proprietà per l’82% di Gabriella Pasotti e per il 17% di Enrico Ghirardi, che sono rispettivamente madre e fratello di Tommaso Ghirardi, presidente del Calcio Parma (completamente estraneo alla vicenda). La Carpine spa è proprietaria anche del 5% delle azioni del Parma. L’acquisizione di documenti alla Carpine si sarebbe resa necessaria perché la società è proprietaria all’80% della Sts, il cui restante 10% delle quote è in mano all’attuale ad Stefano Perrone, responsabile della sicurezza del club Ducale (anch’esso estraneo alla vicenda).
Nell’inchiesta, coordinata dal pm Roberti di Padova, ci sarebbero due indagati: il presidente del Padova Diego Penocchio e l’amministratore delegato Andrea Valentini. Il reato ipotizzato è ostacolo alle autorità di vigilanza. Attraverso una serie di compenetrazioni tra società avrebbero reso opaco il filo che potrebbe legare le due società calcistiche.
Nelle perquisizioni sono stati impegnati 50 uomini della Finanza che hanno bussato anche alla sede della Federcalcio, in via Allegri a Roma.
Attorno alle 11 è arrivato nella sede del Calcio Padova l’ad Valentini che è entrato negli uffici senza rilasciare dichiarazioni.
Penocchio: “Sono sconcertato”. Dopo le perquisizioni della Guardia di finanza di questa mattina alla sede del Calcio Padova, il presidente Diego Penocchio, attraverso un comunicato, si è dichiarato «sconcertato per questa iniziativa poichè si è sempre comportato con la massima trasparenza con gli organi di controllo ed esclude, in particolare, che vi siano stati rapporti tra il Calcio Padova ed il Parma F.C. in relazione ai quali sia mai stato violato qualche obbligo di comunicazione o di informazione». Penocchio si è detto quindi «assolutamente sereno rispetto agli sviluppi del procedimento. E precisa anche che la perquisizione, diversamente da quanto riportato da alcuni mezzi di comunicazione, non è stata eseguita nei confronti della Ormis S.p.A. bensì nei confronti di Iniziative Euganee S.r.l., società che detiene il 100% del Calcio
Padova, domiciliata all’indirizzo del gruppo».
di Paolo Baron e Stefano Edel
Fonte: Il Mattino di Padova