Figlia di un poliziotto tenta di uccidersi con la pistola del padre

polizia ambulanza
Palermo, 25 Giu. – Una ragazza di 22 anni ha tentato di togliersi la vita, con un colpo di pistola, nei bagni della procura del Tribunale per i minorenni Malaspina di Palermo. È la figlia di un agente di polizia giudiziaria, che avrebbe usato la pistola di ordinanza del padre. Soccorsa dai sanitari del 118, è stata ricoverata in gravi condizioni in ospedale.
La ragazza si trova ricoverata al Trauma center di Villa Sofia. Il proiettile calibro 22 è penetrato all’altezza dell’orecchio e attraversato il cavo orale, causando una grave frattura al condilo mandibolare ma senza provocare lesioni cerebrali. I medici hanno provveduto a bloccare un’emorragia e ora la ragazza si trova in coma farmacologico, collegata a un ventilatore e costantemente monitorata.
Fonte: NuovoSud