Trans brucia auto dell’ex e gli manda 5mila sms, arrestato

carabinieri inseguimentoRoma, 27 giugno 2014 – Incapace di rassegnarsi alla fine di una sia pur breve relazione sentimentale, minaccia l’ex e i suoi genitori, gli brucia la macchina e gli estorce 8mila euro.
  I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Frascati hanno arrestato un trans di 49 anni che per circa due anni ha compiuto atti persecutori nei confronti di un ventenne di Tor Vergata: nell’ordinanza del Gip del Tribunale della capitale che ne dispone i domiciliari nel suo appartamento di Campo di Carne a Cerveteri vengono contestati i reati di stalking, incendio ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Nel periodo in questione, secondo le accuse, il trans avrebbe reiteratamente molestato e minacciato l’ex partner ed i suoi genitori, ingenerando in loro “fondati timori per la propria incolumita’” e cagionando loro un “grave e perdurante stato di ansia e di paura”. Oltre a dar a fuoco all’auto di famiglia, avrebbe minacciato anche di bruciargli casa. E in un’occasione sarebbe arrivato a telefonare alla scuola frequentata dal fratello minore del suo ex, riferendo che quest’ultimo era morto in un incidente stradale. Il ventenne, che aveva finto anche un’azione legale nei confronti dello stalker, era stato costretto anche a versare una consistente somma di denaro. Ma per uscire dall’incubo ha dovuto chiedere aiuto ai carabinieri.

AGI