Attori, cantanti e politici per i «Marò subito a casa». Tra gli organizzatori dell’evento il Sap

marò30 giugno 2014 – Un evento nel nome di Latorre e Girone, i due marò da oltre due anni prigionieri del sistema giudiziario indiano, ostaggi di un Paese che li tratta come terroristi anche se erano in servizio anti-pirateria su una nave italiana. Ma anche nel nome di tutti quelli che indossano una divisa.

La manifestazione è stata organizzata dal Sindacato Autonomo di Polizia in una sinergia tra Segreteria Generale e Segreteria Regionale Lazio (Gianni Tonelli e Francesco Paolo Russo rispettivamente Segretario Generale e Segretario Regionale Lazio) e il quotidiano Il Tempo. Lo scopo è benefico. L’obiettivo, far tornare a casa i due fucilieri della Marina militare. «Marò subito a casa» è, infatti, il titolo dell’iniziativa che si svolgerà domani primo luglio dalle 17 alle 20 nelle sale del prestigioso Disco Club «Planet» in via del Commercio, 36 (zona Ostiense). Saranno presenti, in una gara di solidarietà, decine di artisti di fama nazionale e internazionale e rappresentanti politici di vari schieramenti, tutti insieme. I fondi raccolti serviranno all’acquisto di pannelli pubblicitari di quattro metri per tre con i quali saranno tapezzate strade e piazze della Capitale con la scritta: «Noi non dimentichiamo». L’ingresso sarà libero e vedrà la collaborazione anche di Freep Eventi e Radio Radio.

«Si è sentita l’esigenza di organizzare questa manifestazione – spiegano Tonelli e Russo – per mantenere alto il livello di guardia nei confronti di coloro che indossano una divisa, indumento che da tempo è stato gettato alle ortiche dalle istituzioni, sia se indossato dalle Forze dell’Ordine sia dalle Forze Armate, è giunto il momento di dire basta, perché questi servitori dello Stato che lo onorano, senza se e senza ma hanno il diritto di tornare a casa, così come coloro che quotidianamente garantiscono l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno il medesimo diritto di poter svolgere la propria professione senza più mortificazioni, senza dover mettere a repentaglio la propria vita per un pugno di mosche», continuano i due sindacalisti del Sap. «Quindi – concludono Tonelli e Russo – che si ritorni ad investire per la sicurezza, altro che tagli. E queste cose le chiederemo a gran voce ai politici che interverranno, stessa cosa la faranno le decine di artisti che si daranno il cambio sul palcoscenico, tra una esibizione e l’altra».

Alla manifestazione, che vedrà come moderatore Francesco Vergovich (Radio Radio) e come presentatori il comico Enzo Salvi e il conduttore Fabrizio Pacifici, dovrebbero essere presenti: l’attrice Elisabetta Pellin, Antonella Salvucci, attrice, conduttrice e giornalista, gli attori, i conduttori, i cantanti e i comici Adriana Russo, Vincenzo Bocciarelli, Alessandro Serra, Marco Capretti, Gabriele Marconi, Alessandro Di Carlo, Nello Daniele, Angelo Avarello e molti altri che devono ancora confermare la loro partecipazione. Tra gli uomini politici, invece, ci saranno Gianni Alemanno, Maurizio Gasparri, Elio Vito (presidente della commissione difesa della Camera) Gianni Sammarco (deputato Ncd), Giordano Tredicine (vicepresidente del consiglio comunale Roma Capitale), Davide Bordoni (vicepresidente della Commissione Speciale Sistemi Informatici, Innovazione e Sviluppo della tecnologia, Smart City e Beni Comuni, Fabrizio Santori (consigliere della Regione Lazio e membro commissione salute e politiche sociali e membro commissione ambiente, lavori pubblici, urbanistica, mobilità e politiche della casa), Alberto Kustermann (Fdi delegato ai rapporti istituzionali), Augusto Santori (Consigliere XV Municipio Roma capitale), Enio Drovandi e Lallo Circosta.

La speranza, ovviamente, è che queste iniziative favoriscono il veloce ritorno in patria dei nostri marò.

Marzio Laghi

Fonte Il Tempo