Bimba incastrata nella ringhiera liberata dai vigili del fuoco

vigili-del-fuoco-fuga-di-gasPavia, 30 Giu. –  Per liberarla dalle sbarre di ferro della ringhiera sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. Momenti di tensione ieri mattina in una palazzina di viale Campari 81, dove una bambina di 6 anni è rimasta incastrata con un ginocchio nell’inferriata, al secondo piano del palazzo. Tutto si è risolto per il meglio, solo qualche graffio e tanto spavento.

«Sta bene – rassicura la mamma nel pomeriggio –. Adesso aspettiamo un cuginetto per festeggiare insieme il compleanno di uno dei miei tre figli. Così anche la piccola di distrae e dimentica lo spavento». Mancano pochi minuti a mezzogiorno. I bambini, tre in scala d’età, stanno giocando tra il soggiorno e il balcone dell’appartamento, al secondo piano. E’ quasi ora di pranzo, la mamma è in cucina. A un tratto sente provenire dal balcone dei lamenti che in fretta si trasformano in richiesta di aiuto. La più grande dei tre, 6 anni, è rimasta imprigionata con una gamba nella ringhiera alla quale si era appoggiata, sporgendosi a guardare nel parcheggio sottostante. Il ginocchio è scivolato nello spazio tra una sbarra e l’altra. Giusto quei pochi millimetri di inclinazione favorevole. Quando ha cercato di rientrare non c’è più riuscita. E più si sforzava di liberarsi più il ginocchio le faceva male. Ci ha provato anche la mamma, spaventata dal pianto della bambina. Si sono affacciati anche i vicini e alla fine non è rimasto altro da fare che chiedere aiuto ai vigili del fuoco che sono intervenuti con un’autoscala. Hanno forzato una delle sbarre giusto quel poco che ha permesso alla bambina di liberarsi. Anche l’equipaggio di un’ambulanza, inviata dal 118, è giunto sul posto e ha medicato i graffi. Ma non è stato necessario il trasporto in ospedale.

Di Maria Grazia Piccaluga
Fonte: La Provincia Pavese