Mafia: omicidio chirurgo Bosio, assolto il boss Nino Madonia

giustizia processoPalermo, 30 giugno 2014  – E’ stato assolto il boss Nino Madonia, unico imputato dell’omicidio del chirurgo Sebastiano Bosio, ucciso a Palermo il 6 novembre del 1981. La sentenza e’ stata emessa dalla Corte d’assise di Palermo presieduta da Alfredo Montalto. Madonia e’ stato assolto perche’ la corte ha ritenuto la prova mancante, o comunque incerta o contraddittoria. Il professore Bosio, secondo l’accusa, aveva rifiutato di accordare a esponenti mafiosi preferenze nelle liste di attesa e nei ricoveri del suo reparto di Chirurgia vascolare dell’ospedale Civico. Pressioni in tal senso gli sarebbero state rivolte dall’allora direttore sanitario Giuseppe Lima, fratello dell’eurodeputato della Dc Salvo Lima. Per Madonia la Procura aveva chiesto l’ergastolo.
  “Valuteremo se fare appello”, ha detto il procuratore aggiunto Vittorio Teresi, che aveva sostenuto l’accusa in aula. “Grande delusione” per Lilly Bosio, una delle figlie del medico che con la madre e la sorella Silvia era in aula al momento della lettura della sentenza. “Sono sconcertata”, ha affermato la vedova, Rosalba Patania, mentre secondo la figlia Silvia “non e’ stata valorizzata la tesi che indicava in Madonia il mandante, non l’esecutore materiale”.

AGI