La gang delle donne violente: rapine alle coppiette con calci, pugni e bastonate

carabinieri-posto-di-bloccoArzano (NA), 1 luglio 2014-  Il crimine al femminile. Tre donne (con un complice uomo) rapinavano le coppiette appartate in auto, in cerca di intimità.

Si appartavano nelle strade frequentate dai giovani amanti focosi e fingevano di essere in quel luogo per gli stessi “motivi” degli altri. Cosi la banda, senza destare sospetti, avrebbe messo a segno numerose rapine, molte delle quale nemmeno denunciate, proprio nelle piazzole dell’amore.

L’ultimo colpo è, fortunatamente, andato storto. I carabinieri della tenenza di Arzano, diretta dal tenente Germano Pecoraro, sono intervenuti mentre il quartetto, malmemava due fidanzati, che si erano appartati in una piazzola, nella zona industriale di corso D’Amato ad Arzano.

Le tre donne, avevano ridotto in frantumi i vetri dell’auto delle vittime, mentre l’uomo, si dava da fare con il calcio della pistola sulla testa del fidanzato, mentre le tre ” furie” se le vedevano con la ragazza, pestata a sangue per non aver voluto consegnare il suo portafoglio, che le è stato letteralmente strappato di mano da una delle rapinatrici.

I militari, che svolgevano proprio un servizio antirapine nella zona, sono accorsi richiamati dalle grida della ragazza, che ha indicato ai carabinieri la direzione di fuga dell’auto dei malviventi e la marca. La Mercedes è stata bloccata dopo meno di un chilomentro, e i quattro, tutti incensurati di Secondigliano, arrestati e rinchiusi in carcere per concorso in rapina aggravata, lesioni, porto di arma da taglio di genere proibito e porto di pistola ad aria compressa.

Le armi, compreso una mazza ferrata, sono state sequestrate. I fidanzatini, medicati al pronto soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore, sono stati dimessi con una prognosi di dieci giorni. Testa rotta e lividi., con una sola consolazione: hanno recuperato il bottino riconsegnato loro dai carabinieri.

Fonte Il Mattino