Finiti i soldi: scuole superiori chiuse al sabato per la crisi

scuolaGenova, 3 luglio 2014  – Scuole superiori chiuse al sabato per crisi a Genova. Lo conferma la Provincia con una nota del Commissario inviata ai dirigenti scolastici. Dunque, «chiusura al sabato degli istituti superiori gestiti dalla Provincia di Genova e orario curricolare esteso su cinque giorni settimanali a decorrere dal prossimo anno scolastico 2014-2015» a causa del «perdurare della crisi finanziaria determinata dai pesanti tagli ai trasferimenti agli Enti locali e aggravata dai provvedimenti governativi».

«I tagli – prosegue la nota della Provincia – impongono decisioni drastiche ma necessarie al fine di contenere al massimo tutti i costi che incidono sul bilancio e tra queste le utente ed i costi di riscaldamento relativi agli istituti scolastici di competenza provinciale».

«Per questo motivo – continua la nota – è stato deciso che, a decorrere dall’anno scolastico 2014/2015,la disponibilità dei plessi scolastici sarà limitata a cinque giorni settimanali, dal lunedì al venerdì. Pertanto, nella giornata di sabato, tutti gli edifici ospitanti istituti di istruzione superiore dovranno rimanere chiusi». La nota termina con «la speranza che la situazione in futuro possa migliorare». La nota diffusa dalla Provincia è già stata affissa agli albi degli istituti di istruzione superiore coinvolti da questa decisione che contano migliaia di persone tra studenti, docenti e collaboratori scolastici.

A questo punto, gli istituti scolastici dovranno adeguarsi per rimodulare l’orario di insegnamento scegliendo se effettuare uno o più rientri pomeridiani o aggiungere ogni giorno una o più ore di lezione a fine mattinata.

Fonte Il Secolo XIX