Relitto Concordia, installato anche l’ultimo cassone. Costa: “Rigalleggiamento possibile tra 10 giorni”

concordiaGenova. 3 Luglio. –  Conto alla rovescia per il relitto della Costa Concordia e per Genova, città che si occuperà del suo smantellamento. All’Isola del Giglio, infatti, si sono concluse le operazioni di installazione dell’ultimo dei trenta cassoni necessari al rigalleggiamento della nave. Il cassone P1.Ora è ora collegato al lato sinistro della Concordia.

Ora parte il conto alla rovescia: in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Osservatorio di Monitoraggio, che verificherà la corrispondenza del progetto di traino e smantellamento con le prescrizioni che ciascun ente ha indicato, i tecnici potranno avviare la fase di test dei sistemi, per arrivare al vero e proprio rigalleggiamento, previsto entro il 20 luglio. “Ora – ha detto Michael Thamm, Amministratore delegato di Costa Crociere – tutte le nostre energie sono impegnate nel concludere con successo questa sfida ingegneristica senza precedenti e rispettare un impegno preciso: rimuovere il relitto della Concordia il prima possibile nel massimo rispetto dell’ambiente e della sicurezza”.

Attualmente sono 30 i cassoni installati su entrambe le fiancate del relitto. Quando si darà il via all’operazione di rigalleggiamento, verranno progressivamente svuotati dall’acqua di zavorra per mezzo di un sistema pneumatico, fornendo così la spinta necessaria a fare rigalleggiare lo scafo. Terminata l’operazione, la parte del relitto che rimarrà sommersa sarà di circa 18,5 m. A quel punto la Concordia potrà lasciare l’Isola del Giglio alla volta di Genova, dove sarà

Fonte: Genova24