Ricercatrice morta in casa; mistero su due giorni di buio dopo il decesso

10489777_10203275185153731_3830225900414773751_nTREVISO, 03 – Sarà l’autopsia che si è svolta ieri a Berlino a fare chiarezza sulle cause che hanno portato alla morte di Elena Mantoni, la 27enne ricercatrice universitaria di Treviso trovata morta nella sua abitazione sabato scorso.

La sua fine continua ad essere avvolta nel mistero: inspiegabilmente le autorità tedesche hanno però avvisato i familiari a Treviso soltanto lunedì mattina, anche questo un aspetto che merita di essere approfondito. I familiari si sono per ora chiusi dietro un muro di silenzio quasi invalicabile ed è stato inoltre oscurato già dalla giornata di ieri il profilo Facebook della ragazza.

Fonte: Il Gazzettino