Pedofilia: arresti domiciliari per un “Nonno Vigile”

pedofilia2FOGGIA, 5 Luglio. – Accusato di pedofilia un ‘nonno vigile’ di Lesina, che avrebbe rivolto attenzioni a una bambina ora 12enne. Agli arresti domiciliari si dichiara innocente.

Un gesto di violenza contro chi non può difendersi, quello ai danni di bambini che spesso avviene da parte di persone legate alla vita familiare, dentro le mura domestiche o comunque persone nelle quali si ripone cieca fiducia, come nella triste storia di cui scriviamo oggi.

Protagonista un 74enne di Lesina che rivestiva un ruolo degno di stima, quello di ’nonno vigile’, e che invece è stato accusato dipedofilia. Secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla procura di Foggia, l’anziano avrebbe molestato negli anni passati una ragazzina che ora ha 12 anni.

Da ‘nonno vigile’ le avrebbe rivolto attenzioni all’uscita di scuola, attenzioni che sarebbero state poi raccontate dalla piccola a genitori e conoscenti dando il via a denuncia ed inchiesta. Dal canto suo il nonnetto, ora agli arresti domiciliari, respinge le accuse e si proclama innocente.

Fonte: IlQuotidianoItaliano