Sfutta la figlioletta di un mese per chiedere l’elemosina: denunciata

elemosinaDurante le attività, grazie all’archivio in possesso della Polizia Municipale, è stato possibile incrociare l’attività di contrasto all’accattonaggio con pregresse attività svolte per la Procura dei Minori e risalire ai precedenti della giovane.

Napoli, 7 luglio 2014 – Chiede l’elemosina nella stazione Vanvitelli del metrò utilizzando la figlia di un mese per impietosire i passanti. I caschi bianchi intervengono e la denunciano.

La piccola e la madre sono state condotte nei locali dell’Ufficio Minori della polizia municipale, dove sono state soccorse.

Durante le attività, grazie all’archivio in possesso della Polizia Municipale, è stato possibile incrociare l’attività di contrasto all’accattonaggio con pregresse attività svolte per la Procura dei Minori e risalire ai precedenti della giovane.

La donna era già stata sorpresa lo scorso anno con una neonata ad elemosinare e le condizioni della neonata erano tali da dover ricorrere alle cure dell’ospedale e ad indurre il Tribunale per i Minorenni a disporre, per la madre, la decadenza della potestà genitoriale.

La preoccupazione per la piccola ritrovata oggi in strada in misere condizioni, mentre veniva allattata al seno, e la preoccupazione per questa ragazza-madre in evidenti e persistenti condizioni di disagio, hanno convinto gli agenti del capitano Pagnano, con il coordinamento del pm . di turno della Procura Minori, a collocare la bambina e la madre presso idonea struttura dove lverranno accudite in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

La madre è stata comunque denunciata per la condotta pregiudizievole nei confronti della minore e segnalata ai servizi sociali competenti.

Fonte Il Mattino