Vallanzasca in aula, mi hanno incastrato

 vallanzasca-defaultMILANO, 7 luglio 2014  – ”Perché mi è stata fatta una cosa del genere non lo so, io so soltanto che entro Natale avrei dovuto discutere della mia liberazione condizionale e potevo tornare libero”. Così Renato Vallanzasca si è rivolto al giudice che lo sta processando dopo l’arresto del 13 giugno con l’accusa di aver rubato due paia di mutande e altre cose di poco valore in un supermercato di Milano. In sostanza, Vallanzasca ha spiegato che un giovane lo avrebbe incastrato mettendo quelle cose nella sua borsa.

ANSA