Scommesse clandestine: 52 mila euro di sanzione da parte dei Carabinieri

carabinieri-notte-660x5028 luglio 2014 – Sanzioni per un totale di 52 mila euro, quelle elevate dai Carabinieri nell’ultima settimana, per quanto riguarda il gioco d’azzardo e le scommesse clandestine, spesso preambolo di guadagno illecito, ai danni di quelle attività oneste che operano nel settore delle scommesse. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto, con l’ausilio del personale dell’Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato di Bari. Il controllo ha interessato tutta la provincia con l’impiego di 183 militari e 85 pattuglie. Sottoposte a controllo 72 attività commerciali, circoli, bar, e centri scommesse. Nel corso degli accertamenti, 15 sono stati gli illeciti amministrativi, con 16 sequestri di apparecchiature finalizzate ad uso illecito. Le sanzioni elevate ammontano a 52.666 euro. Segnalati alla Procura della Repubblica in stato di libertà, due cittadini di Monteiasi (TA), un 40enne ed un 57enne, proprietari di bar; un 39enne di Palagianello (TA), anch’egli proprietario di bar ai quali i militari hanno contestato apparecchi non conformi alle normative vigenti; un 34enne di Statte (TA), titolare di una sala scommesse a cui i militari contestavano scommesse online mediante un personal computer non omologato dalle autorità competenti. Al termine delle operazioni, sono state proposte alla Questura di Taranto, chiusure di un centro scommesse e di un circolo di Marina di Ginosa (TA) e Taranto, in quanto in possesso di apparecchi sprovvisti di licenza.

di Elena Ricci