Uccise il figlio con una coltellata: pena di 15 anni, fuori dopo 11 mesi

giustizia processoVenezia, 8 luglio 2014 – Guerrino Minto è uscito dal carcere. L’agricoltore di Campagna Lupia, che il 26 luglio del 2013 con un fendente al cuore ha ucciso il suo unico figlio Alessandro, dopo undici mesi di cella ha ottenuto i domiciliari. Non tornerà nella casa della mattanza, una dimora colonica in via 1. Maggio dove abitano ancora la sorella e l’anziana madre, ma sarà accolto in una comunità. Una casa famiglia nella campagna della Bassa padovana dove Guerrino, ora 71enne, potrà tornare a lavorare la terra.

di Raffaella Ianuale

Fonte Il Gazzettino