Il bar non fa lo scontrino: la Finanza scopre una maxievasione da 17 milioni di euro

gdfggLa mancata emissione di uno scontrino ha insospettito la Guardia di finanza

Frosinone, 10 luglio 2014 – Maxievasione fiscale ad Alatri, in provincia di Frosinone. La mancata emissione di uno scontrino ha insospettito la Guardia di finanza che ha accertato che una società nata per gestire bar e locali pubblici ha omesso di presentare la dichiarazione dei redditi per oltre 17 milioni di euro.

Il legale rappresentante, una cinquantaseienne di Alatri, ritenuta responsabile dell’evasione fiscale milionaria, è stata denunciata alla procura della Repubblica di Frosinone per reati tributari. L’operazione dei finanzieri del tenente Domenico Lamarta, denominata ‘Caffè in nero’, è nata dopo mancate emissioni di scontrini fiscali per la somministrazione di caffè e ha subito portato a rilevare che la società, titolare di un bar ad Alatri, non aveva presentato le dichiarazioni dei redditi. La verifica fiscale della Gdf è stata estesa a tutti gli atti di gestione, anche mediante accertamenti bancari, e ha permesso di rilevare, secondo gli investigatori, ingenti flussi non giustificati dei soci e connessi con l’attività economica della società.

Fonte Il Mattino