Molotov e sassate alla Polizia, il corteo sotto accusa – VIDEO

scontri palermo                                                                                 (immagine di repertorio)
Palermo, 11 Luglio. – Quel giorno in strada fu una guerriglia urbana. Era il 24 maggio del 2013 e dopo un sit-in in piazza Indipendenza, davanti alla sede della Presidenza della Regione, esplose la violenza dei manifestanti. Dopo aver protestato tutto il giorno bloccando il traffico nello snodo centrale della città, i precari del bacino degli ex Pip furono protagonisti di veri e propri tafferugli con le forze dell’ordine, schierate in tenuta antisommossa. A surriscaldare gli animi dei manifestanti fu il mancato incontro con il governo regionale. Le immagini riprese da alcune telecamere hanno consentito agli agenti della Digos, dopo mesi di indagini, di individuare otto dei manifestanti violenti. Uno di loro, Francesco Scalia, era già stato arrestato il giorno dei tafferugli. Lanci di pietre, sassi e anche di due bottiglie molotov oltre al lancio di pezzi della segnaletica stradale. E’ quanto hanno immortalato le immagini che hanno consentito al pm Geri Ferrara di indagare per resistenza a pubblico ufficiale gli otto protagonisti di quel pomeriggio di passione. (Romina Marceca)

Fonte: Repubblica