‘Ndrangheta: altro inchino sospetto in processione. Parte l’inchiesta

spari-polizia-napoliReggio Calabria, 12 luglio 2014  – Ancora un inchino di troppo durante una processione della Madonna in provincia di Reggio Calabria. Dopo il caso di Oppido Mamertina, e’ accaduto di nuovo, domenica scorsa, durante una processione a San Procopio.
  Lo scrive oggi “il Quotidiano del Sud”, secondo cui giunta davanti casa di Domenico Alvaro, in atto detenuto, la processione si e’ fermata, la moglie dell’uomo e’ uscita ed ha offerto un obolo. Sul nuovo caso, ha detto all’AGI il procuratore distrettuale della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, e’ stata aperta una nuova inchiesta, dopo quella per il caso di Oppido. Stavolta a rilevare l’accaduto e’ stata la Polizia di Stato. Al momento non vi sono indagati iscritti nel registro delle notizie di reato. 

AGI