L’Inps vuole indietro i soldi ​dopo 10 anni: ma la nonnina è già morta

inpsPordenone, 13 luglio 2014 – Alla faccia della burocrazia, anche se oramai non ci si può più stupire di nulla. Già, perché all’Inps di piazzetta del Portello ci sono voluti 10 anni per chiedere indietro a una pensionata di 91 anni, 479 euro per una integrazione al minimo che – secondo l’Istituto – non le spettava. Due lustri prima di ricordarsi che quei soldi erano da restituire, ma soprattutto l’ennesima figuraccia, perché la richiesta di restituire la somma “indebitamente percepita” è arrivata quando la donna era già morta. Da circa un anno. L’Inps, però, non si certo fermata davanti a questo dettaglio ed ha deciso di chiedere i soldi agli eredi.

di Loris Del Frate

Fonte Il Gazzettino