Litiga con la moglie, il vicino la difende e lui tenta di accoltellarlo: preso

carabinieri 4Napoli, 13 luglio 2014 – Dopo aver discusso animatamente con la moglie per futili motivi e aver danneggiato con un pugno un televisore, ha tentato di colpire con un coltello a serramanico un vicino intervenuto per calmarlo. Un uomo di 47 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato a Melito, nel napoletano, dai carabinieri dell’aliquota radiomobile di Giugliano in Campania per minaccia aggravata e per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo è stato bloccato dai carabinieri, intervenuti nonostante suoi tentativi di divincolarsi e alcuni calci e pugni sferrati ai militari. Dagli accertamenti è emerso che i suoi comportamenti violenti andavano avanti da circa due anni. Il pugno al televisore gli ha procurato una frattura al polso della mano destra ed escoriazioni varie guaribili in 10 giorni. L’arma da taglio, un coltello di 17 cm, è stata trovata e sequestrata. L’arrestato è in attesa di rito direttissimo.
Fonte Il Mattino