La grigliata, le sigarette e poi due coltellate: grave camionista 35enne

ambulanzaMESTRE, 14 luglio 2014  – Un camionista polacco, di 44 anni, è stato fermato dai carabinieri di Mestre per aver ferito gravemente, l’altro ieri sera, con un coltello, un connazionale di 35.

La vittima, ricoverata in ospedale, si è mostrata reticente con l’Arma che ha avviato le indagini sentendo vari camionisti fermi, con il proprio mezzo, alla stazione di servizio Bazzera dove aveva fatto sosta anche il polacco. I carabinieri hanno così appreso dell’aggressione e hanno puntato l’attenzione su un camion, sul quale sono state rilevate minuscole tracce di sangue. Il proprietario presentava evidenti lesioni dovute ad una recente colluttazione, ed aveva nel mezzo i vestiti sporchi di sangue. Decisiva è stata anche la testimonianza della compagna dell’aggressoreche ha collaborato con gli investigatori facendo luce su cos’era accaduto.

I due camionisti con altri colleghi, approfittando di un giorno di pausa, erano andati a visitare Venezia e poi avevano organizzato una grigliata in cui non sono mancate le bevande alcoliche e gli sfottò tra compatrioti. I due polacchi, poco distanti dagli altri, si sono scambiati qualche parole, fumato una sigaretta prima che avvenisse l’aggressione senza che vi fossero apparenti motivi. L’indagato ha assalito il connazionale con il coltello tentando di ferirlo alla gola, ma è stato respinto. Il contrattacco del 44enne è riuscito ed è terminato con l’accoltellamento del più giovane con due coltellate al costato. L’uomo, benché ferito, è andato a dormire nel proprio camion pensando, nonostante la fatica nel respirare e la vistosa perdita di sangue, di poter passare la notte e far ritorno in Polonia, mentre l’aggressore, dopo essersi cambiato d’abito, è andato a coricarsi. Solo ieri mattina, la vittima ha chiesto aiuto ad un collega che l’ha portato in ospedale. L’aggressore è stato quindi posto a fermo di polizia giudiziaria e portato in carcere.

Fonte Il Gazzettino