Trapianti: sono i medici i “campioni” di donazione

Medici-del-lavoroFedeli al giuramento di Ippocrate, i medici danno l’esempio in fatto di adesione alla donazione di organi per il trapianto. Secondo lo studio della Western University (Canada) pubblicato sulla rivista ‘Jama’, che ha coinvolto 15 camici bianchi, i professionisti della salute hanno una maggiore probabilità (47%) di registrarsi come donatori di organi e tessuti rispetto alla popolazione generale, ferma al 23,9%. In molte nazione la percentuale di cittadini registrati come donatori è sotto la soglia del 40%. I ricercatori hanno usato diversi database per determinare la probabilità che i medici accettino di diventare donatori rispetto a quanto invece sceglie di fare chi non è medico. Dall’analisi è emerso che ad essere più sensibile al problema dei trapianti e alla necessità di aumentare il numero dei donatori sono anche le donne e i giovani “più propensi a registrarsi nelle liste dei donatori, proprio come i medici”, sottolinea lo studio.
Fonte: MeteoWeb – F.F.