Pescato esemplare di squalo Mako: allarme sul litorale

Schermata-2010-02-19-a-20.04.42Ostia (Roma), 17 luglio 2014 – Cercavano il Big Red, ovvero il tonno rosso, e invece si sono imbattuti in un temibile esemplare di squalo. 
Impressionante incontro in alto mare, al largo di Ostia. Un equipaggio di pescatori a caccia di tonno rosso, infatti, ha preso all’amo un mako, rarissimo esemplare di squalo. L’animale, sicuramente un cucciolo, comunque lungo più di un metro, è rimasto attaccato alla lenza per qualche minuto e alla fine, molto impaurito, è riuscito a liberarsi anche grazie alla manovra agevolata dai pescatori.

“E’ stato un evento eccezionale, un attacco di mako, molto particolare per queste acque, all’inizio pensavamo fosse una verdesca, piuttosto frequente – dice Sandro Onofaro, uno dei pescatori che ha partecipato alla battuta di pesca – Per la sua specie crescerà come misura. Difficile dire se questo episodio possa rivelare un aumento di pesci esotici per il riscaldamento delle acque. Comunque, eravamo a dieci miglia dalla costa, su un fondale di cento-centodieci metri”.

Ci sono pochi esemplari di mako nel Mediterraneo; l’animale si nutre di calamari e di pesci di grosse dimensioni attaccando molto raramente l’uomo. Una delle sue caratteristiche è la capacità di spiccare salti dall’acqua raggiungendo fino a sei metri di altezza. Il suo avvistamento in zona segue quello di un gruppo di delfini che pochi giorni fa è stato ripreso mentre nuotava a poche miglia dalle rive di Ostia.

Lo specchio di mare antistante la spiaggia dei romani in questo fine settimana sarà protagonista del “The Big Red”, gara di caccia al tonno rosso, con tecnica ‘no kill’ ovvero della cattura e del rilascio dopo aver fotografato e pesato la preda. Una cinquantina di equipaggi provenienti da ogni parte del mondo scenderà in acqua facendo base presso il Porto di Roma. 

Fonte Il Messaggero