Tenta di uccidere il marito avvelenandolo con dei farmaci

carabinieri 4PRATO (FI), 17 luglio 2014 – Aveva deciso di uccidere il marito avvelenandolo lentamente con dei farmaci, stanca di un matrimonio difficile, in passato anche violento. La donna è stata denunciata per tentato omicidio. A darne notizia è il Corriere Fiorentino nell’edizione di oggi, 17 luglio.

La donna, 65enne, sposata con un uomo più grande di 10 anni, è stata chiamata dai carabinieri, che indagano coordinati dai sostituti procuratori Antonio Sangermano e Egidio Celano.

L’operazione dei militari è partita in seguito a una segnalazione, da parte di una fonte molto vicina alla coppia che ha allarmato i carabinieri riguardo alle intenzioni della donna. I militari hanno così convocato la signora nella sede della Compagnia.

Mentra la donna veniva ascoltata, il marito, ignaro di tutto, veniva informato di ciò stava succedendo dai militari recatisi a casa della coppia insieme ad alcuni parenti dell’uomo. Un’operazione soft per rendere consapevole della situazione il 75enne creando la situazione meno traumatica possibile. Dall’abitazione sono stati poi sequestrati alcuni medicinali che la donna avrebbe potuto usare per avvelenare il marito, malato e sotto cura farmacologica.

La signora avrebbe raccontato ai carabinieri di vivere da anni un matrimonio difficile e violento sia dal punto di vista fisico che psicologico. Non è chiaro però ancora se, al momento dell’intervento dei militari, l’avvelenamento del marito fosse già effettivamente in atto. Per questo i risultati delle analisi che saranno effettuate sui medicinali sequestrati nella casa dei coniugi hanno un ruolo cruciale nelle indagini.

La 65enne è stata denunciata per tentato omicidio ma non è stato emesso nei suoi confronti alcun provvedimento di allontamento. La donna avrebbe deciso di sua volontà, in seguito alla convocazione dei militari, di non tornare a casa, ma di trovare un’altra sistemazione.

Fonte Il Tirreno