Barbara ed Henry, sposi per battere il tumore: «La festa solo quando lo avremo sconfitto insieme»

sposi2TRICHIANA, 19 Luglio – Barbara Steffanolli e Henry Dal Magro si sono sposati il mese scorso e alla cerimonia c’erano solo i loro figli.
Hanno scelto la giornata del 13 giugno dedicata aSant’Antonio da Padova, anche perchè entrambi sono originari di Sant’Antonio Tortal e lì risiedono i loro parenti più stretti.
«Stiamo lottando con una grave malattia che ha colpito Henry – ha riferito Barbara – e non avevamo nè il tempo e nè la voglia di fare una grande festa, come era nostro intento. Per questo abbiamo scelto di fare una cosa in famiglia». Barbara racconta il difficile percorso di dolore, tanto che la coppia ha voluto che tutti fossero al corrente dello sposalizio, anche attraverso la stampa. La sposa ha affermato inoltre che era importante che il matrimonio fosse celebrato dalla neo sindaco Fiorenza Da Canal, una donna molto sensibile con le persone, e quindi hanno scelto i lgiorno che cadesse dopo le elezioni comunali. Barbara la conoscono in molti perché in via Roma a Trichiana ha un negozio di calzature. Anche nell’ambiente del volontariato è di casa, dove partecipa a varie manifestazioni indette dalle associazioni. 
Tre anni fa la nuova abitazione della coppia. Vi erano entrati da poco quando fu danneggiata dalla caduta dell’elicottero nella campagna di Morgan dove persero la vita i due piloti e dove proprio davanti all’entrata della casa venne tranciato il cavo della corrente elettrica. L’abitazione venne sfiorata dal velivolo con l’asportazione di un camino, alcune tegole rotte ed altri danni. Poteva essere un disastro ben più grave. 
«Siamo a ringraziare il sindaco, il reparto oncologia di Feltre, in particolare la dottoressa Segati, il reparto chirurgia, con il dottor Cian e quanti ci stanno vicino – ha continuato Barbara nel suo racconto della malattia -. È certo che quando questa battaglia contro il male sarà vinta si farà una gran bella festa. Anche il Gruppo frazionale di Morgan presieduto da Franco Dal Mas in questi ultimi tempi è sempre stato vicino ai due neo coniugi portando alla famiglia la solidarietà della frazione e di tanti altri amici».
Matteo Battiston – Il Gazzettino