Pistole, munizioni e una bomba a mano: trovato arsenale in un bar sulla spiaggia

carabinieri spiaggia mareCatania, 20 Luglio. – Pistole, munizioni, coltelli a serramanico e persino una bomba a mano di fabbricazione russa. È questo l’arsenale scoperto a Catania dai carabinieri della compagnia di Piazza Dante in un bar della zona balneare della Plaia. I titolari, due fratelli, sono stati arrestati. Si tratta Francesco e Giuseppe Buffa, rispettivamente di 51 e 57, titolari del «Bar «Meeting» di Viale Kennedy. Per loro l’accusa è di detenzione di armi clandestine e da guerra. Entrambi sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza. Le armi erano ben nascoste nel retrobottega del locale. Nel dettaglio i carabinieri hanno sequestrato una bomba a mano modello f1 di fabbricazione russa, due pistole Smith & Wesson calibro 38 special, una delle quali con la matricola cancellata, due pistole a salve Beretta modello 85 predisposte per il funzionamento e munite di caricatore, due pistole a salve modelli ap92 e m9, un silenziatore marca “mjutli-ss-100”, 71 proiettili calibro 38 special, 15 calibro 38, 22 calibro 357 magnum, 10 calibro 7.65, due calibro 12, 22 calibro 8 a salve, e sei coltelli a serramanico di varie dimensioni. Le armi, perfettamente efficienti, e le munizioni sono state sequestrate in attesa di essere inviate al Ris di Messina per accertamenti tecnico balistici e verificare se siano state utilizzate in qualche evento criminoso. La bomba a mano è stata prelevata e messa in sicurezza dagli artificieri dell’Arma.

Fonte: La Sicilia