Spara e uccide la sua cagnolina: «Era tutta la notte che disturbava»

carabinieri-notte-660x502MONTEBELLUNA (TV), 9 agosto 2014 –  — Due colpi di arma da fuoco, i residenti chiamano i carabinieri. All’arrivo dei militari, la confessione di un uomo: “Ho ucciso il mio cane”. Un uomo di 52 anni residente a Montebelluna nella notte tra venerdì e sabato ha ammazzato il suo meticcio, una femmina di taglia media.

Per ucciderlo ha utilizzato un fucile a pompa, regolarmente detenuto. A lanciare l’allarme sono stati proprio i vicini di casa, insospettiti dai due forti boati. Non appena i carabinieri sono giunti sul posto, il 52enne si è “consegnato” e ha confessato loro di aver compiuto il gesto.

Constatato il decesso dell’animale, i militari dell’Arma hanno denunciato l’uomo a piede libero per uccisione di animali e sequestrato penalmente le armi che possedeva con regolare licenza. I motivi del gesto sono futili, sembra che il cane stesse “disturbando”. Non è passato molto tempo da quando si era verificato un episodio simile nella Marca, in particolare proprio a Montebelluna. Un anziano era stato ripreso e denunciato per aver ucciso un gatto non di sua proprietà a bastonate perché si trovava all’interno del suo giardino.

Fonte TrevisoToday