Era ai domiciliari: agente si toglie la vita

PenitenziariaFrosinone, 12 agosto 2014 – Un agente di polizia penitenziaria si è tolto la vita all’interno del carcere Due Palazzi di Padova. Si è tagliato le vene: è morto così l’agente. La notizia è stata diffusa dal sindacato di categoria Sappe. L’agente, quarantenne, originario del cassinate, era agli arresti domiciliari in una stanza della caserma degli agenti del Due Palazzi, poiche coinvolto nell’inchiesta esplosa due settimane fa attorno ai traffici illeciti nel carcere padovano.
Fonte Il Messaggero