In bici contromano, tre città chiedono modifiche al codice della strada

polizia municipale212 agosto 2014 – È giusto che i ciclisti possano andare in contromano nelle strade a senso unico? No, secondo la commissione Trasporti alla Camera, che accolto la scorsa settimana un emendamento presentato da Scelta Civica.

Sì, secondo Torino, Milano e Bologna, città che hanno firmato una lettera aperta indirizzata al ministero, per chiedere che il “senso unico eccetto bici” sia reintrodotto nel codice della strada.

“Abbiamo lavorato al testo per più di un anno – ha commentato l’assessore milanese e delegato Anci per la viabilità Pierfrancesco Maran alla Stampa -, se nulla cambia ci troveremo con un codice stradale arretrato e inadeguato”.

Introdurre il “senso unico eccetto bici”, in effetti, affiancherebbe l’Italia a Germania, Belgio, Spagna e Paesi del Nord e altri Stati che in Europa hanno già preso provvedimenti in questo senso. I dati su scala continentale parlano di una modifica al codice che non comporterebbe un aumento di incidenti, a patto di segnalare il controsenso in maniera chiara.

Dopo la decisione della Camera, un’opinione diversa potrebbe ora essere espressa dalla commissione Trasporti del Senato, dove la norma potrebbe essere reintrodotta.

di Luca Romano

Fonte Il Giornale