Polizia intercetta la richiesta d’aiuto via sms di un uomo sordomuto e lo soccorre

polizia17Venezia, 13 Agosto. –  La richiesta è arrivata alla sala operativa di Venezia che ha ritrasmesso la richiesta a Siena dove l’uomo aveva avuto un guasto alla macchina

La questura di Venezia ha intercettato una richiesta di un sordomuto toscano che aveva usato un sms per chiedere soccorso. La richiesta d’aiuto era stata inviata tramite un sms, una volta intercettata da Venezia è stata  trasmessa alla polizia di Siena.

Alla sala operativa di Venezia è giunto il segnale, tramite il sistema informatico dedicato “Sms per la vita”, di un sordomuto si trovava in difficoltà in provincia di Siena. Nel messaggio c’erano le coordinate dell’uomo bloccato da un guasto meccanico alla macchina. I poliziotti senesi hanno prestato soccorso e portato la vettura in un’officina.

Il sistema di soccorso via sms “Sms per la vita”, attivato nel 2010 presso la sala operativa della questura lagunare in collaborazione con l’Ens, prevede un’adesione al servizio da parte delle persone diversamente abili e consente un soccorso tempestivo e puntuale da parte della polizia anche per coloro che, di fatto, non possono comunicare con le forze dell’ordine in modo tradizionale. Nel corso degli anni, non sono mancati gli interventi, soprattutto in materia di soccorso pubblico, che sono stati gestiti tramite il sistema.

Fonte: Il Tirreno

Come funziona “SMS per la vita”, il servizio di emergenza dedicato ai sordi. LEGGI L’OPUSCOLO INFORMATIVO