Attenzione ai Funghi Velenosi: il vademecum del Corpo Forestale

porcinoLa stagione dei funghi può già iniziare con un mese abbondante di anticipo però prestando attenzione ai suggerimenti che la Guardia Forestale ha elencato sul proprio sito e di seguito mostriamo:

1. Documentarsi sull’itinerario e scegliere i percorsi adatti alle proprie abilità fisiche e psichiche;

2. Comunicare i propri spostamenti prima di intraprendere l’escursione;

3. Evitare di inoltrarsi da soli nel bosco, la presenza di un compagno è garanzia di un primo soccorso;

4. Consultare, prima della partenza, i bollettini meteorologici e osservare costantemente sul posto l’evoluzione delle condizioni atmosferiche. In caso di mal tempo non sostare in prossimità di alberi, pietre ed oggetti acuminati perché potrebbero attirare fulmini;

5. Scegliere l’abbigliamento e l’attrezzatura adatta all’impegno e alla lunghezza dell’escursione: si consigliano calzature da trekking, cellulare, lampada e coltello;

6. Se non si è certi della commestibilità del proprio raccolto, effettuare un controllo presso gli Ispettorati Micologici o l’Azienda Sanitaria Locale;

7. Il raccolto giornaliero non deve superare i tre chili per persona;

8. Non utilizzare rastrelli o uncini che possano danneggiare il micelio;

9. Pulire immediatamente il fungo dai residui di rami, foglie e terriccio per garantire la sua integrità;

10. I funghi raccolti devono essere trasportati in contenitori rigidi ed areati. L’utilizzo di sacchetti di plastica non permette infatti la diffusione delle spore fungine nel bosco. La mancanza di areazione causa il deterioramento del prodotto.

E’ importante  sapere quale è il regolamento per la vendita e l raccolta che varia da regione a regione, ed è il caso di quelle regioni dove è  stato istituito il patentino per l’abilitazione della raccolta funghi che per poter essere conseguito è necessario seguire dei corsi formativi.

Inoltre per esempio in alcune provincie si possono raccogliere solo in giornate specifiche come il martedì, venerdì, sabato e domenica.

Anche in Puglia e nella provincia di Bari si deve essere in possesso di un patentino per la raccorda e la commercializzazione di questo prezioso e gustoso alimento.

Nel caso in cui nelle regioni dove è previsto il patentino le persone che non ne sono in possesso ed in barba al regolamento continuano a raccogliere i funghi senza nessun tipo di autorizzazioni sono sanzionabili da parte degli  uomini della forestale.

Quindi attenti a che funghi raccogliete ma soprattutto rispettate i regolamenti previsti sia a livello nazionale che locale.

Mi raccomando massima prudenza e in caso di dubbio, consultate gli sportelli autorizzati.

Buone passeggiate!

BusinnesAndTech