Salvi 2 italiani dispersi in un naufragio

C_4_articolo_2063356__ImageGallery__imageGalleryItem_3_imageIndonesia, 18 agosto 2014 – Otto stranieri e cinque indonesiani, naufragati sabato scorso sulla loro barca a est dell’Indonesia, sono stati soccorsi lunedì mattina. Lo hanno reso noto i servizi di salvataggio. Di 25 persone che erano a bordo, 23 sono state salvate e 2 restano disperse. Tra le persone recuperate ci sono due italiani. Lo hanno reso noto i servizi di soccorso indonesiani, secondo i quali gli 8 stranieri salvati vengono da Olanda, Italia e Germania.

Secondo fonti della Farnesina, i due connazionali tratti in salvo a tre giorni dal naufragio stanno bene e sono stati ricoverati per accertamenti. I due italiani – spiegano le fonti – “sono in buone condizioni e sono stati trasferiti in una vicina struttura ospedaliera per accertamenti e per ricevere le cure opportune”.

Alla Farnesina si ricorda e si precisa che “il nostro personale in Indonesia, in contatto con loro e in stretta collaborazione con le nostre strutture, stanno fornendo tutta l’assistenza necessaria”. Secondo i servizi di sicurezza locali, citati dalla France Presse, sono stati recuperati nelle scorse ore otto stranieri e cinque indonesiani. Delle 25 persone a bordo 23 sono state salvate e due risultano ancora disperse. Non si conosce al momento la loro nazionalità.

Le 13 persone soccorse stamani sono state trovate “alcune in un canotto di salvataggio, altre che nuotavano con i loro giubbotti salvagente, a circa 60 miglia (100 km, ndr) al largo di Sape”, a est dell’isola vulcanica di Sumbawa, ha detto un responsabile dei soccorsi, Budiawan. I cinque indonesiani salvati insieme agli stranieri sono 4 membri dell’equipaggio dell’imbarcazione e una guida turistica.

La barca era colata a picco sabato 16 per una tempesta, con 25 persone a bordo, mentre navigava fra le isole di Lombok e Komodo, piccole isole della Sonda non lontano da Bali. Dieci turisti stranieri erano stati soccorsi domenica, dopo che avevano nuotato per ore fino all’isola di Sangeang, dove un vulcano era in eruzione. I turisti venivano da Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Spagna, Olanda, Germania e Francia. Al momento 2 persone risultano ancora disperse.

TGCOM