Truffa al Comune, scatta il blitz: agli arresti 7 ex amministratori

guardia di finanza gdfMessina, 18 agosto 2014 –  Uomini della guardia di finanza e dei carabinieri, coordinati dalla Procura di Patti (Messina), hanno eseguito un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere e sei ai domiciliari nei confronti di ex amministratori e responsabili di Brolo (Messina). Sono indagati per falso materiale ed ideologico in atti pubblici, di truffa aggravata per il presunto conseguimento di erogazioni pubbliche e peculato per aver distratto a proprio favore somme di denaro dalle casse del Comune di Brolo, con riguardo alle annualità 2011, 2012 e 2013.
Il provvedimento in questione è stato emesso dal Gip del Tribunale di Patti, su richiesta della locale Procura della Repubblica, a seguito di indagini avviate nei primi mesi del 2013.
Il ragioniere capo del Comune di Brolo, Carmelo Arasi, e l’ex sindaco Salvo Messina sono tra le sette persone raggiunte da provvedimento di custodia cautelare emesso dalla Procura di Patti ed eseguito da carabinieri e guardia di finanza nell’ambito dell’inchiesta sui «mutui fantasma» a Brolo.

Arasi, ritenuto la mente della truffa, si trova in carcere. Ai domiciliari, oltre all’ex sindaco Messina, anche Rossella Arasi, Santina Caranna, Antonella Campo, Giusy Di Leo e Costantino Maniaci.

Fonte Giornale di Sicilia