Maltrattò la figlia fino a farla morire: madre arrestata dopo 5 anni di latitanza

poliziaVERONA, 19 agosto 2014  – Una romena, Dala Datu 44enne, latitante da anni, è stata arrestata dalla polizia di Verona perché deve scontare la pena di 11 anni di reclusione comminatale per lesioni gravi e ripetute alla propria figlia, che all’epoca dei fatti (2004) aveva 6 anni ed è poi deceduta per i maltrattamenti subiti.

Dal 2009 sulla Dutu pendeva un ordine di esecuzione di una pena di 11 anni di reclusione perché nel 2004, a Roma, avrebbe sottoposto a maltrattamenti ripetuti e violenza sessuale la figlia di 6 anni cardiopatica. Dopo l’ennesima violenza, la bimba, portata in ospedale coperta di cicatrici, è morta per arresto cardiaco. Alla luce dei fatti la Procura Generale presso la Corte d’Appello di Roma, nel 2009, aveva emesso un ordine di carcerazione per i reati di maltrattamenti e violenza sessuale su minore ma la Dutu aveva fatto perdere le sue tracce.

Le indagini, aperte dalla Squadra Mobile capitolina e passate per il paese natale della ricercata, la Romania, dove la locale Polizia ha chiarito che la fuggitiva aveva cambiato il suo cognome in «Barbu», sono infine proseguite nella provincia di Verona. Quindi la Squadra mobile scaligera ha avviato accertamenti, controlli e appostamenti ed alla fine ha bloccato la donna.

Fonte Il Mattino