«C’è un uomo armato nel Mc Donald’s», arriva la polizia. È un nonno che gioca con il nipote

polizia17PERUGIA, 20 agosto 2014  – Psicosi sicurezza o semplice svista? Forse entrambe. Tutto comprensibile, quando c’è una pistola di mezzo.

Intervento poco prima di mezzanotte delle volanti a San Sisto allertate da una chiamata al 113 che segnalava la presenza di persone armate di pistola.

Sul posto non vi era nulla di quanto segnalato ma gli agenti provvedevano a acquisire le testimonianze dei presenti che riferivano che poco prima, mentre si trovavano a cena nel locale, notavano un uomo e una donna allontanarsi dal parcheggio con una vettura; nella circostanza l’uomo aveva una pistola nella mano destra che riponeva nella borsa della donna.

Grazie alle precise descrizioni fornite sia dei due che della vettura dopo circa un’ora di ricerche gli agenti notavano la presenza dell’auto segnalata all’esterno di un locale pubblico sulla via Pievaiola con a bordo un uomo.

Il veicolo veniva bloccato e il conducente veniva identificato; l’uomo spiegava agli agenti che poco prima aveva cenato con alcuni familiari ed uscendo dal locale con tutti i parenti, giocando con i propri nipotini presenti alla cena, si faceva consegnare dal maschietto di sei anni la pistola giocattolo che gli avrebbe riconsegnato successivamente.

Dopo i dovuti riscontri si appurava la veridicità del racconto; la vicenda sarà comunque segnalata all’ autorità giudiziaria configurando l’ipotesi di procurato allarme.

Fonte Il Mattino