Convinta di avere un cancro scompare e si suicida a 34 anni: ma era sana

img146New York, 20 Agosto. – Seemberjeet Kaur, una giovane donna americana di 34 anni, pensava di essere una malata terminale. 
Per questo ha deciso di suicidarsi, non reggeva il peso di una malattia. Purtroppo però l’autopsia sul cadavere ha rivelato che le sue paure erano infondate e che non era affetta da alcuna patologia.

Era iniziato tutto nel 2013 quando la donna aveva cominciato ad accusare malesseri. Dopo aver fatto qualche ricerca su internet la donna si era alla fine convinta di avere un cancro terminale allo stomaco. Alla frustrazione è subentrata la depressione. Infine, il tragico gesto di prendere un taxi e di dirigersi al fiume.
Il corpo è stato trovato solo sei settimane dopo la scomparsa.

Messaggero