Dà fuoco al marito dopo una lite: aveva spruzzato diserbante sul prato. «Era pericoloso per i cani»

img151Era un matrimonio turbolento quello tra Toddi e Timothy Bork. I litigi erano all’ordine del giorno. I familiari sapevano che non andavano per niente d’accordo ma nessuno poteva sospettare che lei sarebbe potuta arrivare a tanto. La donna, 45 anni, di Mt. Angel, in Oregon, ha cosparso il marito di benzina e gli ha dato fuoco.

La rissa sarebbe scoppiata quando Timothy, 43 anni, ha spruzzato del diserbante sul prato del loro cortile. Lei, preoccupata per la salute dei suoi cani che si sarebbero potuti avvelenare se avessero ingerito l’erba, ha deciso che questa volta il marito aveva esagerato. Tutto era iniziato con uno scambio di idee, poi i toni si erano fatti più esasperati fino a diventare una rissa in strada. La rabbia sarebbe montata quando l’uomo le avrebbe chiesto i 25mila dollari che lei gli deve da anni.

A quel punto Toddi non ci ha visto più: ha cosparso il marito di benzina fuori dalla loro casa e ha appiccato il fuoco.

L’uomo è stato ricoverato in un primo momento al Silverton Hospital, poi è stato trasportato in elicottero al Legacy Emmanuel Center per le gravi ustioni sul 15% del corpo, compreso il viso. Alla polizia lei ha raccontato di aver bevuto sei o sette birre prima dell’incidente e di non voler uccidere il marito ma di richiamare la sua attenzione su alcuni problemi della coppia.

L’incidente è avvenuto sotto gli occhi di un agente che in un primo momento ha pensato che ci fosse stato un incidente durante un barbecue. Ma è stata la stessa donna a correre verso il poliziotto urlando cosa aveva fatto. Adesso è in carcere e a fine mese sarà formulata l’accusa di tentato omicidio. «Ero sconvolta perché i miei cani potevano morire a causa delle sostanze chimiche» ha raccontato agli investigatori. Poi si è alzata, ha messo le mani dietro la schiena e ha detto: «Merito di essere arrestata».

Messaggero