Una colletta e un biglietto per la Romania: così la Polizia municipale “salva” 19enne

polizia-municipale-2Non aveva trovato il lavoro sperato e temeva di essere avviata alla prostituzione da alcuni connazionali. La donna ha chiesto aiuto al Comando di via Manfredi e gli agenti hanno raccolto il denaro necessario per il viaggio verso casa

Foggia, 21 agosto 2014 – Una colletta per aiutare una ragazza di nazionalità rumena a tornare a casa, per sottrarla dalla prospettiva del “marciapiede”. E’ quanto accaduto a Foggia, dove gli agenti della polizia municipale hanno preso sotto la propria protezione, d’intesa con i servizi sociali del comune, una 19enne rumena.

La donna, giunta in Italia con la speranza di trovare un lavoro, ha chiesto aiuto agli agenti della polizia municipale di Foggia: era disperata, non aveva più denaro e non aveva trovato il lavoro che sperava. La sua paura più grande – ha dichiarato agli agenti che l’hanno accolta – era quella di essere avviata da alcuni suoi connazionali all’attività di meretricio, come già accaduto ad altre ragazze giunte piene di speranza nel Foggiano.

Temendo che la ragazza fosse stata già contattata da alcuni connazionali, la stessa è stata ospite di una casa famiglia cittadina per alcuni giorni. Per aiutare la 19enne a tornare a casa, gli agenti della municipale foggiana hanno deciso di organizzare una colletta, raccogliendo circa 300 euro, ovvero il denaro necessario per acquistare un biglietto per un viaggio in pullman verso la Romania e un piccolo pranzo a sacco. Il fatto è accaduto negli scorsi giorni, ma la notizia è stata resa nota solo ora, con la ragazza giunta a destinazione, al fine di evitare eventuali ritorsioni da parte dei connazionali presenti sul territorio.

Fonte FoggiaToday