Rubano collana d’oro, poi sfidano i poliziotti con un coltello

polizia poliziottoErano circa le 3.20 quando gli agenti, in servizio di pattugliamento, sono stati contatti dal direttore del “Moijto”, segnalando che un cliente era stato appena rapinato della sua collana d’oro da due soggetti che si trovavano ancora all’interno del locale

Rimini, 25 Agosto Ennesimo episodio di criminalità al Marano. Due extracomunitari, clandestini in Italia, poco più che ventenni, sono stati arrestati dagli agenti della Volante della Questura di Rimini per rapina in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto si è consumato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato. Erano circa le 3.20 quando gli agenti, in servizio di pattugliamento, sono stati contatti dal direttore del “Moijto”, segnalando che un cliente era stato appena rapinato della sua collana d’oro da due soggetti che si trovavano ancora all’interno del locale.

Il malcapitato ha subito indicato i malviventi. Quest’ultimi, alla vista dei poliziotti e del personale addetto alla sicurezza del locale, hanno cominciato subito ad inveire contro di loro. Poi uno dei due stranieri, con un rapido movimento, ha estratto da sotto il cappellino che indossava un cutter, affrontando gli uomini in divisa. L’estrema professionalità e determinazione dei due poliziotti ha permesso di bloccare fulmineamente il braccio del malvivente, facendogli cadere l’arma e permettendo così di immobilizzarlo in sicurezza insieme al complice.

Nel corso della successiva perquisizione personale sono stati trovati alcuni grammi di marijuana. I due clandestini, oltre all’arresto per rapina in concorso e resistenza a pubblico ufficiale, sono stati denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, porto di oggetti atti ad offendere e per clandestinità sul territorio nazionale. Ora si trovano in carcere a disposizione della magistratura.

RiminiToday – Giovanni Petrillo

lc