Rettifica articolo “Aggredì e tentò di investire 4 vigili urbani: nuovo arresto”

imageIl giorno 6 settembre abbiamo pubblicato un articolo intitolato “Aggredì e tentò di investire 4 vigili urbani: nuovo arresto”, ripreso dalla testata giornalistica “Brindisitoday” contenente la frase “dovrà adesso scontare in regime di domiciliari un residuo di pena di tre mesi e sei giorni di reclusione per tentato omicidio”.

Come fattoci notare dal legale dell’interessato, va precisato che il sig. Antonio Arigliano non è stato condannato per il delitto di tentato omicidio, dovendo, invece espiare 3 mesi e 6 giorni di detenzione domiciliare come residuo tempo di pena da scontare, per i reati di resistenza a pubblico uffìciale, lesione personale, danneggiamento, oltraggio a Pubblico Ufficiale, per i quali era stato condannato a 10 mesi di reclusione con sentenza del Tribunale di Brindisi n.4/10 del 07 gennaio 2010, successivamente confermata dalla sentenza n. 1109/2013 emessa in data 27/05/2013 dalla Corte d’Appello di Lecce.
Ci scusiamo vivamente con il sig. Antonio Arigliano del malinteso.

La Redazione