Assistente capo della Polizia Penitenziaria si spara in casa con la pistola

lutto1È morto all’ospedale Santa Croce di Cuneo un’ora e mezza dopo il ricovero urgente.

Cuneo, 12 Sett. – Un assistente capo della polizia penitenziaria in servizio nel carcere “Morandi” di Saluzzo giovedì mattina si è sparato alla testa in casa con la pistola d’ordinanza, una “Beretta automatica 92 Sb” calibro 9. È morto un’ora e mezza dopo il ricovero urgente all’ospedale Santa Croce di Cuneo.
Il segretario generale del sindacato Osapp, Leo Beneduci, commenta: “Ci auguriamo che le cause del dramma non siano economiche”.
Su “La Stampa”, edizione di Cuneo, di venerdì 12 settembre.

Fonte: La Stampa

lc