Scambia poliziotti per ‘lucciole’ e gli punta l’arma contro, fermato

prostituta1Il revolver si è poi scoperto essere un’arma giocattolo. “Volevo allontanare le prostitute che si appartano sempre vicino al mio camper“

Rimini, 12 settembre 2014 – Ha puntato il revolver,rivelatosi poi un’arma giocattolo, contro un agente della polizia provinciale di Rimini. E solo dopo il deciso intervento del collega l’ha buttata a terra. E’ successo la sera di martedì 9 settembre alle 23 a Osteria del fiume, nel riminese. Durante un controllo contro il bracconaggio una pattuglia della Provinciale si è fermata per la verifica di un’automobile parcheggiata,quando da un camper poco distante è sbucato l’uomo, un 69enne di Coriano, che, si legge in una nota, “con fare aggressivo, urlando agli agenti di allontanarsi, puntava un revolver contro uno dei due.

Quest’ultimo gli intimava di deporre l’arma mentre il collega, impugnando prontamente l’arma di ordinanza, reiterava l’ordine e solo a quel punto il soggetto si ravvedeva e gettava l’arma al suolo”. Si trattava di una pistola giocattolo priva del prescritto tappo rosso. L’uomo si è giustificato affermando di voler allontanare le prostitute che solitamente si appartano nelle vicinanze del suo camper. Per lui e’ scattata la denuncia per minaccia aggravata a pubblico ufficiale e uso di arma giocattolo priva di tappo rosso a scopo intimidatorio.

Fonte: Il Resto del Carlino

lc