Confessa di aver falciato la fidanzata a 24 giorni dal parto: accusato di omicidio per guida pericolosa

img267Londra, 16 Sett. – Una bravata, una svista e tre famiglie sono distrutte per sempre. Daniel Dutfield, 24 anni, ha confessato di aver falciato la 22enne Jessica Fenner, la fidanzata che appena tre settimane dopo gli avrebbe dato la prima figlia.

La ragazza era ad appena 24 giorni dal parto quando è stata travolta dall’auto del fidanzato a Morden, nel Surrey, in Inghilterra, dove la coppia si era trasferita da qualche mese per iniziare una nuova vita. I due stavano insieme da 6 anni e quando Jessica aveva scoperto di essere incinta avevano deciso di convivere. Lei sentiva che ogni tassello della sua vita stava andando al posto giusto. Aveva una luce diversa negli occhi e un voglia di vivere che esprimeva a chiunque la incontrasse. Una felicità incontenibile: aveva l’amore e stava per diventare mamma.

«Sono così eccitata dall’idea che andremo a vivere insieme in attesa della nostra piccola» scriveva su Facebook prima di trasferirsi.

Una gioia che si è infranta sul parabrezza della macchina dell’uomo che amava. Dopo l’incidente a nulla è valsa la corsa in ospedale: qualche ora dopo il ricovero ai medici non è rimasto che dichiarare la morte della madre e della piccola che portava in grembo. Il ragazzo, che aveva preso la patente da poco meno di un anno, è stato arrestato dopo l’incidente e in seguito accusato di aver causato la morte per guida pericolosa. Daniel adesso rischia una condanna a un massimo di 14 anni.

«Ben fatto Dan – scriveva la ragazza sul social network – hai passato il tuo esame di guida e io sono così orgogliosa di te. Ti amo». Non poteva immaginare che quel traguardo le sarebbe stato fatale.

Fonte: Il Messaggero – Federica Macagnone