Donna fatta a pezzi nel freezer: il pm chiede l’ergastolo per Giulio Caria

 

giustizia processo

 

Il 35enne è accusato di aver ucciso nel giugno del 2013 la sua ex, Silvia Caramazza commercialista di 39 anni

Il pubblico ministero Maria Gabriella Tavano ha chiesto l’ergastolo per Giulio Caria, il 35enne sardo accusato di aver ucciso, nel giugno dello scorso anno, la 39enne commercialista Silvia Caramazza, e di averne nascosto i resti in un freezer nell’appartamento in cui lei viveva, a Bologna.

Bologna, 17 settembre 2014 – Le richieste sono arrivate questa mattina al termine di una requisitoria durata quasi tre ore, nel primo giorno del processo con rito abbreviato celebrato a Bologna davanti al giudice Gianluca Petragnani Gelosi. Prima della requisitoria l’imputato, difeso dagli avvocatiAgostinangelo Marras e Gennaro Lupo, ha rilasciato dichiarazioni spontanee proclamandosi innocente. Il processo prosegue ora con le parti civili, mentre le arringhe della difesa dovrebbero essere rimandate a venerdì, giorno in cui potrebbe arrivare la sentenza.

Fonte: Il Resto del Carlino