Donna in fin di vita con proiettile in testa, il marito: «Mi è partito un colpo per sbaglio».

polizia14Roma, 17 settembre 2014 – Una donna di 27 anni è ricoverata in gravissime condizioni al policlinico di Tor Vergata dopo essere stata colpita alla testa da un proiettile di un revolver. A chiamare la polizia è stato il marito che è guardia giurata. «Mi è partito accidentamente un colpo>, avrebbe detto l’uomo agli agenti. Teatro della tragedia, poco dopo le 15, un appartamento di via San Biagio Platani a Tor Bella Monaca. La guardia giurata è ora sotto interrogatorio al commissariato Casilino. Sembra che l’arma, una calibro 9, avesse il colpo in canna. Secondo quanto si è appreso in casa, al momento della tragedia, c’erano anche i genitori della giovane. La ragazza con il marito avrebbe anche un figlio. Dopo il ferimento l’uomo ha accusato un malore.
Le condizioni della donna sono disperate: i medici hanno constatato la morte cerebrale.

Fonte Il Mattino
A.L.