Orlando: “Divorzi consensuali si faranno con ufficiale stato civile”

orlandoE’ una norma separata dal procedimento che taglia i tempi delle separazioni, ha spiegato il ministro

Roma, 17 settembre 2014 – Quando il divorzio è consensuale e non coinvolge figli non autosufficienti il matrimonio potrà essere risolto dall’ufficiale di stato civile senza passare dal giudice, ha annunciato il ministro della Giustizia Andrea Orlando: “Abbiamo previsto che tutti i divorzi e le separazioni, quando sono consensuali e quando non mettono in questione i diritti di figli non autosufficienti, portino a una soluzione del matrimonio di fronte a un ufficiale di stato civile”, ha sottolineato il ministro ai microfoni di Rtl 102.5 durante “Non Stop News”.

“Stiamo lavorando su due cose diverse – ha aggiunto Orlando – c’è una riforma del procedimento con il quale si arriva al divorzio che è già stato approvato alla Camera e in questo momento è al Senato e che prevede una forte accelerazione per arrivare al divorzio. Poi c’è un altro intervento che fa parte dei provvedimenti che riguardano la riforma del civile, in questo caso si interviene da un altro punto di vista: poichè il civile è caratterizzato da un eccesso di provvedimenti, noi abbiamo tre volte e mezzo i procedimenti della Germania, quello che abbiamo provato a fare è togliere tutto ciò che non è strettamente necessario che vada di fronte al giudice. Quindi, ciò che può essere risolto in altra sede abbiamo cercato di farlo in quella sede considerando la giurisdizione, il funzionamento del processo, un bene scarso, e per questo abbiamo previsto che tutti i divorzi e le separazioni, quando sono consensuali e quando non mettono in questione i diritti di figli non autosufficienti, portino a una soluzione del matrimonio di fronte a un ufficiale di stato civile. Quindi – ha concluso il ministro della Giustizia – non è più necessario recarsi davanti al giudice consentendo in questo modo di deflazionare il processo e di rendere più rapido e meno costoso questo tipo di procedura”.

TMNEWS
A.L.