Agente aggredito in carcere finisce in ospedale, aperte due inchieste

PenitenziariaCASERTA, 18 settembre 2014 – – Misteriosa aggressione nel carcere di Santa Maria Capua Vetere ai danni di un agente della polizia penitenziaria, intorno alle nove di ieri sera, da parte di un detenuto recluso al secondo piano del reparto Tevere (area alta sicurezza, criminalità organizzata e comune). Il detenuto, Marco Massei, stando a quanto si apprende, per motivi ancora poco chiari, avrebbe reagito nei confronti del poliziotto mentre quest’ultimo lo accompagnava in cella.
L’agente penitenziario percosso, G.D.A. ha riportato diversi traumi e una frattura alla mandibola ed è stato accompagnato prima all’ospedale di Santa Maria e poi a quello di Salerno. Momenti di tensione si sono registrati nel penitenziario dopo l’aggressione da parte del detenuto (il quale non risulta essere un tossicodipendente) mentre sono state aperte due inchieste: una interna e l’altra della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

di Biagio Salvati
Fonte Il Mattino
A.L.