Acquista eroina, bloccato a bordo di un taxi

TAXIBenevento, 19 settembre 2014 –  Trasportava droga facendosi accompagnare a casa da un taxi. Un mezzo di trasporto inconsueto ma che si spiega con il fatto che in precedenza i corrieri della droga erano stati bloccati sia sui treni che da Napoli arrivano in città sia sugli autobus che collegano il capoluogo partenopeo al Sannio.

Verso mezzanotte di giovedì gli uomini della sezione antidroga della Squadra Mobile, lungo l’Appia, hanno intercettato e fermato a Tufara Valle, in località Sferracavallo, un taxi proveniente da Napoli. Nell’auto veniva identificato Raffaele Iuliano, 24 anni, di Benevento, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine che nascondeva, nei pantaloni, un involucro di nastro adesivo nero contenente 66 grammi di eroina destinata, secondo gli inquirenti, alle piazze di spaccio del capoluogo.

L’uomo, sorpreso anche in possesso di marijuana e di un bilancino di precisione, è stato trasferito al carcere di contrada Capodimonte già nella notte e sarà interrogato dal Gip Sergio Pezza domani mattina alla presenza del suo difensore Antonio Leone. Il tassista, ovviamente, era ignaro e, tra l’altro, ha perso il compenso della corsa.

«Da sempre siamo impegnati nel contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti – dice il capo della Squadra Mobile, il vicequestore Giovanna Salerno – inoltre stiamo attuando controlli straordinari del territorio in base a un piano predisposto dal questore Borrelli. I nostri controlli non sono casuali ma frutto di una attività investigativa che precede il momento in cui lo spacciatore viene bloccato. Anche in questo caso da tempo avevamo concentrato le nostre indagini su colui che poi abbiamo trovato impegnato nel trasportare stupefacenti da Napoli a Benevento».

Fonte Il Mattino

A.L.