Sciopero piloti Air France, rischio caos voli nel week-end

AirFrance_A380Parigi, 19 settembre 2014 – Si profila un weekend di passione per chi deve viaggiare in aereo. In Francia, infatti, i piloti dell’Air France hanno annunciato che proseguiranno lo sciopero, il più lungo dal 1998 a oggi.

La compagnia di bandiera d’0ltralpe ha già annunciato che dovrà tagliare il 55% dei suoi voli sabato, quando il sindacato dei piloti comunicherà se la protesta continuerà per la seconda settimana. I piloti protestano contro i piani di sviluppo dell’azienda per la controllata Transavia France, una compagnia low cost dove il costo del lavoro è decisamente inferiore. I piloti di Air France, che possono guadagnare fino a 250mila euro all’anno, temono che il management voglia sul lungo termine cercare di sostituirli con piloti più a “buon mercato” di Transavia France.

Il management ha fatto delle concessioni per mettere fine alla protesta – limitando in particolare la flotta di Transavia France – ma finora i sindacati hanno bocciato ogni proposta. I piloti sono inoltre rimasti insensibili ai tanti appelli di autorevoli politici, tra i quali il primo ministro Manuel Valls, di tornare in cabina.

“E’ deprecabile che una singola categoria di lavoratori, in questo caso i piloti, possa bloccare il traffico aereo”, ha sottolineato Valls. Che ha definito la protesta “incomprensibile” per la maggior parte dei francesi. Il numero 1 di Air France, Frederic Gagey, ha detto che gli scioperi hanno provocato alla compagnia perdite giornaliere tra i 10 e i 15 milioni di euro.

TMNews
A.L.